Father and Son, il primo videogioco pubblicato da un Museo

Quando il gaming marketing lavora per la cultura.

Viaggiare per le epoche per raccontare la storia. Il Museo Archeologico di Napoli  si apre al nuovo pubblico dei giovanissimi con un videogioco gratuito.

Father and Son è un gioco narrativo 2D, basato tutto sul viaggio sentimentale del protagonista Michael che attraverso una serie di epoche storiche va alla scoperta del padre archeologo mai conosciuto. Dalla Roma antica all’Egitto, passando per l’età borbonica fino alla Napoli contemporanea e alle sale del Museo stesso si compiono una serie di scelte significative per il giocatore. Una storia nella storia, un museo fuori dal museo è quello che evocano le suggestive grafiche dipinte a mano dell’artista inglese Sean Wenham che assieme a Fabio Viola, Alessandro Salvati e il compositore Arkadiusz Reikowski, hanno lavorato a stretto contatto con il direttore del Mann Paolo Giulierini e con il professor Ludovico Solima per lo sviluppo del videogame.

Già da Marzo Apple Store e Google Play distribuiscono il gioco gratuitamente con quota 200.000 downloads ad oggi. L’industria del gaming continua a crescere anche in Italia, dove finalmente la tecnologia e la rete muovono i primi passi con la cultura verso una prospettiva di coinvolgimento attivo del pubblico soprattutto quello dei giovanissimi.

Rosa Vitillo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

<!-- End Google Tag Manager (noscript) --
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: