Polizza auto: attenti agli inganni!

In Italia l’assicurazione del veicolo è obbligatoria, ma non tutti i contratti sono davvero convenienti. Le “offerte” delle assicurazioni potrebbero nascondere sorprese poco piacevoli. Come tutelarsi? Ecco alcune regole

Quando si stipula una polizza auto, non sempre vi si presta l’attenzione necessaria. Un po’ per fiducia nel nostro interlocutore, un po’ per noncuranza o inesperienza, il rischio è di  scoprire troppo tardi quali danni erano davvero coperti dal contratto.

Per non sprecare denaro, potrebbe essere utile chiedere un parere al proprio carrozziere di fiducia prima di stipulare o rinnovare la polizza, per avere una panoramica su coperture, franchigie e scoperti. Alla firma del contratto, infatti, è bene prestare attenzione ad alcune regole fondamentali.

1. Non sotto-assicurare il veicolo. Dichiarare un valore più basso del veicolo rispetto alle quotazioni di mercato (come da Quattroruote o da Eurotax ad esempio), compromette il proprietario in caso di sinistro: l’assicurazione, infatti, non risarcirà l’intero ammontare del danno.

2. Non rinunciare alla cessione del credito. E’ un contratto privato che permette all’automobilista di far riparare l’auto nella carrozzeria di fiducia, senza dover anticipare i costi della riparazione e attendere il rimborso dall’ assicurazione.

3. Non accettare l’obbligo di riparazione esclusivamente nelle carrozzerie convenzionate. Si tratta di carrozzerie che hanno accordi con le assicurazioni, alle quali vengono imposte tariffe e tempi ridotti. Il rischio è che la qualità del lavoro e la sicurezza siano compromessi. E’ bene comunque sapere che, in ambito R.C. (cioè, quando si ha un sinistro con ragione), per legge, si ha la facoltà di rivolgersi al proprio carrozziere di fiducia senza penali di alcun genere. Le clausole che impongono di rivolgersi al convenzionato o che prevedono penali in caso contrario sono considerate vessatorie, dunque, non valide.

4. Non confondere la garanzia Kasko con la Collisione (mini Kasko). Nonostante il nome simile, le differenze sono importanti. La Kasko copre tutti i danni causati al proprio autoveicolo in caso di incidente con torto: sia quelli causati dalla collisione contro altri veicoli a motore, sia quelli procurati diversamente (ad esempio, concludendo una retromarcia contro un muretto).

Ben diverso è il caso, quando si tratta della copertura Collisione o mini Kasko: in caso di sinistro con torto, i danni al proprio mezzo sono coperti solo se causati dalla collisione con un altro veicolo a motore.

5. Fate attenzione al “Massimale”. E’ il massimo indennizzabile dalla Compagnia. Ogni contratto ha un proprio massimale di rimborso. Può essere, per esempio, non più di 2.500,00 euro, indipendentemente dall’ammontare del danno, o non più del 50% del valore commerciale dell’auto al momento del sinistro.

6. Non confondere il valore commerciale con il valore a nuovo. Nel caso si stipulasse una polizza con dicitura “valore a nuovo“, salvo franchigie e scoperti, l’assicurazione coprirà l’intera somma del danno. Se invece fosse presente la dicitura “valore commerciale“, verrà applicato il degrado e sarà rimborsata solo una parte del danno.

In ultimo caso, qualora si decida di stipulare una garanzia non obbligatoria (Kasko, Collisione, Eventi Naturali, Atti Vandalici, Rottura Cristalli…), è consigliabile conoscere alcuni termini del contratto, per sapere che tipo di rimborso si avrebbe in caso di incidente.

-Presenza di franchigia. L’assicurazione può mettere il veto di non rimborsare i danni sotto una certa cifra. Dunque, non pagare i primi 100/250/500/ euro del danno.

-Presenza di scoperto. In questo caso, la compagnia assicuratrice non copre una percentuale del danno.

-Valutazione del degrado (in caso di polizze stipulate con valore commerciale). L’assicurazione considererà  il fatto che il veicolo è già usato, dunque, non pagherà integralmente i ricambi e/o la vernice nuovi utilizzati per la riparazione.

Quindi, prima di sottoscrivere una polizza, è fondamentale arrivare preparati per non rimanere spiazzati.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

<!-- End Google Tag Manager (noscript) --
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: