Sì al bonus per la ristrutturazione e il risparmio energetico

Prorogati per il nuovo anno i bonus per ristrutturare e arredare immobili, puntando sul risparmio energetico

L’iniziativa Pillole di Bilancio mira a fare chiarezza sui principali punti e sulle più importanti novità della Legge di Bilancio 2018, la manovra finanziaria presentata in Parlamento lo scorso 31 ottobre. Avvalendosi di un investimento dal valore complessivo di 20,4 milioni di euro il ddl si propone per fare crescere l’economia tricolore, sostenendo gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese e stanziando bonus atti a favorire l’occupazione. Le aree interessate sono diverse, dalle politiche fiscali per la casa, le misure fiscali, gli interventi per ambiente, territorio e infrastrutture fino alle misure per il Lavoro e la Previdenza.

La seconda “novità” riguarda le politiche fiscali per la casa e vede prorogate le agevolazioni per la ristrutturazione edilizia e il risparmio energetico, confermando anche il bonus mobili. Nel dettaglio:

Ecobonus: viene riconfermato il bonus sulla riqualificazione energetica per un altro anno ma, con lo scopo di ampliare la platea dei soggetti beneficiari e degli interventi agevolabili, nel nuovo Ecobonus 2018, rientreranno anche i lavori di messa in sicurezza dei giardini condominiali nonché la rimozione dell’amianto dai tetti.

○ Bonus verde: consiste in una detrazione per chi sostiene spese per la sistemazione del verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere, come terrazzi, giardini e balconi (anche condominiali) pure se attraverso impianti di irrigazione e lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.

◘ Bonus ristrutturazione: il bonus ristrutturazione è stato riconfermato nel 2018 con gli stessi requisiti e modalità di fruizione degli anni passati e prevede una detrazione del 50% sugli interventi di ristrutturazione edilizia.

○ Bonus mobili ed elettrodomestici: prorogati per un altro anno, chi esegue interventi di ristrutturazione edilizia sulla propria casa o altro tipo di immobile, in caso di acquisto di nuovi mobili, complementi di arredo ed elettrodomestici, potrà quindi continuare a beneficiare di uno sconto IRPEF pari al 50% delle spese dei mobili per un massimo di 10.000 euro.

◘ Sismabonus: questa facilitazione consente ai contribuenti di ottenere una detrazione fiscale Irpef sugli interventi di adeguamento sismico delle case, degli immobili, delle attività produttive e dei condomini. Il sismabonus è in vigore fino alle spese sostenute al 31 dicembre 2021.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

<!-- End Google Tag Manager (noscript) --
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: