MIP, il supporto per realizzare l’idea di impresa

E’ possibile che si abbia un’idea di impresa ma che non si riesca a realizzarla. In aiuto accorre MIP, acronimo di Mettersi in Proprio. Si tratta di un progetto promosso dalla Regione Piemonte che dà la possibilità di trasformare l’idea in un vero e proprio progetto. Finanziato dal fondo sociale europeo 2014-2020 nell’ambito di percorsi di sostegno alla creazione di impresa e al lavoro autonomo, il progetto MIP nasce per promuovere lo spirito imprenditoriale in tutto il territorio regionale attraverso dei servizi dedicati a coloro che vogliono mettersi in proprio.

Spesso avere un’idea di impresa e le risorse per aprirla non sono una garanzia di successo. Sono tanti i fattori ed i rischi da valutare attentamente e per questo prezioso è il programma Mip, dando un supporto per poter fare consapevolmente le scelte più importanti per accompagnare passo dopo passo fino all’apertura della nuova impresa. Il programma proposto dal Mip propone 40 ore di percorso di assistenza personalizzata comprendente l’accoglienza e la prima analisi dell’idea imprenditoriale, l’esame della fattibilità del progetto, consulenza giuridica, commerciale ed economica e assistenza per la predisposizione del business plan o per l’avvio di un’attività professionale (lavoro autonomo).

Successivamente seguiranno altre 20 ore di accompagnamento personalizzato a seguito dell’approvazione del business plan e del piano di attività oltre al monitoraggio post avvio. Questa fase, inoltre, prevede anche l’analisi delle condizioni di mercato e delle opportunità di sviluppo e supporto nella definizione di progetti di sviluppo e nel sostegno all’accesso di eventuali misure di agevolazione. Il programma Mip si rivolge a persone fisiche disoccupate ed inattive o anche occupate, e di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Per poter accedere al servizio è necessario essere residenti o domiciliati in Piemonte, regione in cui dovrà essere presente la sede legale ed operativa della nuova impresa. Non possono accedere al progetto, invece, i titolari o i soci di imprese già operanti nello stesso settore di attività in cui si intende avviare la nuova attività economica.

In caso di team imprenditoriale, inoltre, almeno il 50% dei soci deve essere in possesso dei requisiti richiesti, quindi non sono ammissibili i soggetti non bancabili che hanno avviato il percorso di accompagnamento per accedere al Microcredito Regionale. Sul sito ufficiale del progetto è possibile accedere al servizio on line per poter prenotare un appuntamento con un operatore nel centro MIP più vicino. Il progetto si avvale di 190 sportelli dislocati in tutto il territorio regionale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

<!-- End Google Tag Manager (noscript) --
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: